Regione Puglia

Fatturazione

Ultima modifica 22 agosto 2016

Fatturazione elettronica - Comunicazione ai fornitori del Comune di Ruffano

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione, ai sensi della Legge 244/2007, art. 1, commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all'allegato A "Formato della fattura elettronica" del citato DM n. 55/2013.

Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.

Per le finalità di cui sopra, l'articolo 3, comma 1, del citato DM n. 55/2013 prevede che l'Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche, inserendoli nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco secondo le modalità di cui all'allegato D "Codici Ufficio".

Il Codice Univoco Ufficio è un'informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l'identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall'Agenzia delle Entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all'ufficio destinatario.

A completamento del quadro regolamentare, si segnala che l'allegato B "Regole tecniche" al citato DM n. 55/2013, contiene le modalità di emissione e trasmissione della fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione per mezzo dello SdI, mentre l'allegato C "Linee guida" del medesimo decreto, riguarda le operazioni per la gestione dell'intero processo di fatturazione.

Quanto sopra premesso, si comunicano i Codici Univoci Ufficio per il Comune di Ruffano, ai quali dovranno essere indirizzate a far data dal 31 marzo 2015 le fatture elettroniche per ciascun contratto in essere:

  • Settore Affari generali e personale G926W9
  • Settore Commercio e Suap KLT1MT
  • Settore Farmacia Comunale 1MPAHA
  • Settore Assetto del Territorio e Lavori Pubblici OHOI0T
  • Settore Polizia Locale e Servizi Demografici XD5VTG
  • Settore Ragioneria Contabilità e Tributi 8CZG2Q
  • Settore Servizi Sociali e Cultura 87FJHT

Oltre al Codice Univoco Ufficio, che deve essere inserito obbligatoriamente nell'elemento "Codice Destinatario" del tracciato della fattura elettronica, si prega altresì di indicare nella fattura anche le seguenti informazioni:

  • "Codice CUP" (Codice Unitario Progetto)
  • "Codice CIG" (Codice Identificativo Gara)
  • "altro elemento" (altra informazione)

Si invita a voler verificare, per quanto di proprio interesse, le "Specifiche operative per l'identificazione degli uffici destinatari di fattura elettronica" pubblicate sul sito http://www.indicepa.gov.ite la documentazione sulla predisposizione e trasmissione della fattura elettronica al Sistema di Interscambio disponibile sul sito www.fatturapa.gov.it .


AVVISO AI FORNITORI - SPLIT PAYMENT
ART. 1, COMMA 629, LEGGE 190/2014 (LEGGE DI STABILITA' PER L'ANNO 2015) - DISPOSIZIONI IN MATERIA DI
"SPLIT PAYMENT".
Con l'introduzione dello split payment, attraverso il comma 629, articolo 1, della legge n. 190/2014 di modifica dell'articolo 17-ter del Dpr n. 633/1972, cambia il sistema di assolvimento dell'Iva. Ai sensi del citato articolo "Per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate nei confronti (...), degli enti pubblici territoriali (...), per i
quali i suddetti cessionari o committenti non sono debitori d'imposta ai sensi delle disposizioni in materia d'imposta sul valore aggiunto, l'imposta è in ogni caso versata dai medesimi secondo modalità e termini fissati con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze".
Con il presente avviso si chiede, pertanto, ai gentili fornitori di apporre nelle fatture da presentare a questo Ente la seguente dicitura: "L'Iva sarà versata dall'Ente Pubblico ai sensi
dell'art. 17-ter, D.P.R. n. 633/72."